il nostro feed RSS: Articoli

Pavullo, il meeting delle ali lunghe

Motorai vanno a curiosare al Meeting nazionale di volo a vela, in uno dei luoghi sacri della specialità.

Testo e foto di Enrico Carpineti

DSC_0158

Da venerdì 3 a domenica 5 Ottobre 2014, a Pavullo nel Frignano (LIDP), si è svolto l’annuale Meeting nazionale volo a vela. L’occasione è ottima, le previsioni meteo sono buone, la compagnia è compatta e decidiamo quindi di partire. Due aerei e quattro piloti.

La tratta da Baialupo a Pavullo non presenta particolari problemi; unica nota da segnalare, a sud di Modena nel tratto da Sassuolo a LIDP, troviamo un fronte compatto di nubi cumuliformi, gigantesche ed affascinanti viste da cosi vicino, che ci costringono ad un piccolo aggiramento. Arriviamo a LIDP con un certo traffico, ma con “torre” presente ed efficace, e finale vicino alle colline ma più per illusione ottica che per altro. Nota di servizio: la testata 02 è sollevata rispetto al resto, quindi guardando il fondo si rischia di toccare prima del previsto.                  

DSC_0109

Per essere un Meeting di settore la sensazione è di grande vitalità: un sacco di aerei al parcheggio, decolli incessanti di alianti sia al traino che al verricello, elicotteri, ultraleggeri e deltaplani. Di quello che c’è non manca nulla. Ci inoltriamo negli hangar dove è stata allestita la parte fieristica, con una serie di stand di produttori di accessori aeronautici.
Anche qui l’elettronica si è fatta strada velocemente con computer di volo per aliante veramente incredibili, luminosissimi e con una valanga d’informazioni (il volo a vela è sempre stato all’avanguardia, con PDA, PNA e software sofisticassimi, mentre noi motorai ancora litigavamo sull’utilità del GPS… – NdClaF)

DSC_0146

Qui sopra: L’Ing. Nando Groppo ammira il Silent 2 Electro. Si prepara un Trail a batteria? 🙂

Poi libri, tute, coperture (bellissime), sistemi di pulizia anti-moscerini, un must per l’efficienza degli alianti; presente la Federazione CAP con stand e presidente, per supportare i potenziali autocostruttori del volo a vela. Sul piazzale l’esposizione statica degli alianti, con alcuni dei produttori leader nel mercato, presenti con i loro mezzi. Da segnalare il Silent di Alisport, aliante da 13,5 mt di apertura, decollo autonomo con motore elettrico e prestazioni veramente interessanti: decollo in poco più di 100 metri e una volta in quota ancora 30-40 minuti di motore per i recuperi, strada facendo. Presente anche Pipistrel con i suoi motoalianti e con il Taurus: veramente imponente nella sua conformazione di biposto affiancato, ma con una efficienza 1:40. L’elettrico di fa strada anche nel mondo del volo libero: Manfred Ruhmer, pluricampione del mondo in deltaplano, presentava una soluzione addirittura bimotore. Da provare la sera al tramonto.

Una bella festa, con molti partecipanti di diverse discipline, tutti sulla stessa striscia di asfalto. Un ringraziamento all’organizzazione ed ai numerosi volontari dell’Aeroporto, che con grande impegno hanno reso possibile tutto questo. Speriamo di essere ancora più numerosi il prossimo anno.

DSC_0107 DSC_0161 DSC_0158 DSC_0157 DSC_0156 DSC_0154 DSC_0151 DSC_0150 DSC_0146 DSC_0140 DSC_0131 DSC_0129 DSC_0126 DSC_0118 DSC_0117 DSC_0109

  • facebook Recommend on Facebook
  • google_buzz Buzz it up
  • linkedin Share on Linkedin
  • reddit share via Reddit
  • stumble Share with Stumblers
  • twitter Tweet about it
  • yahoo_buzz Buzz it up
  • email hidden; JavaScript is required

articolo di Redazione

Sempre pronti e sempre sul pezzo, la redazione di VFRMagazine è a disposizione per mettere alla prova qualsiasi aereo, qualsiasi strumento, per provare qualsiasi ristorante (soprattutto!) e ad analizzare con piacere le vostre proposte di collaborazione. Contattateci!

Commenta questo articolo tramite il tuo account Facebook