il nostro feed RSS: Articoli

Regole dell’aria – Aiutiamo AOPA!

Unico punto di riferimento per la tutela del nostro volo, lo sappiamo, è AOPA. L’associazione si batte dall’uscita dell’AIRAC (e delle famigerate nuove SERA) per salvaguardare le nostre libertà ed evitare di tornare indietro di 20 anni. Diamo loro supporto. Giriamo e pubblichiamo questa lettera del Presidente Rinaldo “Gas” Gaspari, impegnato in prima persona in questa battaglia.

Egregi Signori Piloti,

Gaspari - AOPA Italial’entrata in vigore delle norme, SERA che prevedono l’obbligatorietà della presentazione del piano di volo
per attraversare gli spazi aerei controllati è l’ultimo regalo che EASA ci ha fatto per rendere ancora meno praticabile il volo VFR, alla faccia della semplificazione e dell’impegno promesso a favore dell’AG.

Come sapete AOPA Italia ha cercato di ottenere delle semplificazioni chiedendo ad ENAC di intervenire modificando
il documento “ENAC RAIT” che recepisce il regolamento europeo, ma finora il risultato risulta tutt’altro che accettabile malgrado gli emendamenti pubblicati e la disponibilità dimostrata da ENAC nell’affrontare la delicatissima questione.

In previsione di un ulteriore incontro con ENAC, vi chiediamo di segnalarci urgentemente i disagi causati dall’entrata in vigore delle norme alla casella mail email hidden; JavaScript is required

Vi preghiamo di citare con precisione, per quanto vi sarà possibile : data, ora, tipo del velivolo, spazio aereo interessato, richieste effettuate, modalità del piano di volo, breve descrizione dei fatti, azioni intraprese, conseguenze.

Le vostre testimonianze ed opinioni verranno conservate in segreteria AOPA nel rispetto delle norme per la tutela della privacy e saranno utilizzate esclusivamente in forma anonima per informare le autorità del gravissimo stato di disagio dell’utenza VFR.

Prosegue il lavoro anche per verificare se l’applicazione delle norme sia in contrasto con la legge LEGGE 30 maggio 1995, n. 204 – Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 1 aprile 1995, n. 98, recante interventi urgenti in materia di trasporti. (GU n.124 del 30-5-1995 ) entrata in vigore il 31-5-1995.

“Art. 7-bis (Semplificazione di adempimenti burocratici nel settore del trasporto aereo). – 1. Per i voli diurni con origine e
destinazione nel territorio nazionale, senza scali intermedi in territorio estero, da effettuare secondo le regole del volo a vista,
non e’ richiesta la presentazione di piano di volo purche’ il velivolo sia munito di idoneo apparato trasmittente per la
localizzazione di emergenza”.

Vi chiedo quindi vivamente di dedicare 5 minuti del vostro prezioso tempo per cercare di salvare il VFR in Italia, noi non ci diamo assolutamente per vinti.

Scrivete a email hidden; JavaScript is required. Grazie!

Rinaldo Gaspari
presidente AOPA Italia

  • facebook Recommend on Facebook
  • google_buzz Buzz it up
  • linkedin Share on Linkedin
  • reddit share via Reddit
  • stumble Share with Stumblers
  • twitter Tweet about it
  • yahoo_buzz Buzz it up
  • email hidden; JavaScript is required

articolo di Claudio Fogliato

Claudio "ClaF" Fogliato, classe 1976, è editor in chief di VFRMagazine, qualsiasi cosa significhi. Mente clamorosamente quando intercala la parlata con "belìn": vive a Genova da anni ma è piemontese puro al 100%. Nonostante ciò, è ormai perfettamente integrato nell'ambiente volatorio ligure, e insieme all'AeC Savona fa di tutto perché continui a esisterne uno. Google+ Profile

Commenta questo articolo tramite il tuo account Facebook